Paolo Grassi

Magic Infinity

252th Element

 

Created 2021

Material bronze

Size 27x13,5x13,5 cm

Limited edition

© Paolo Grassi

 

CHF 2'700.-

"Magic infinity" is composed of the numbers 5734 - 5735 - 5736 - 5737 -5738 - 5739 - 5740 - 5741 - 5742 - 5743 - 5744 - 5745 & 5746

The From "0" to infinity project - which to date comprises more than 275 exclusive and personalised works, large and small, commissioned and non-commissioned - lies in Paolo Grassi's idea of creating a work that is infinite but fragmented into Elements. Being the owner - even of a single fragment - gives a sense of belonging to From "0" to infinity.

A conceptual work guarantees great flexibility as far as its more physical component is concerned, but conversely imposes stricter conditions on the subject. The numerical sequence must always be strictly adhered to and is absolutely not repeatable.

The number-only project From "0" to infinity thus allows Paolo Grassi to express himself with different mediums, styles and techniques that are linked together in the conceptual context of the infinite work that underlies it, and of which each Element contains a secret in the technique of realization, in the materials, in the sequence and in the numerical composition.

 

*************

 

"Magic infinity" è composto dai numeri 5734 - 5735 - 5736 - 5737 -5738 - 5739 - 5740 - 5741 - 5742 - 5743 - 5744 - 5745 & 5746

Il progetto From "0" to infinity - che ad oggi comprende più di 275 opere esclusive e personalizzate, grandi e piccole, commissionate e non - sta nell'idea di Paolo Grassi di creare un'opera infinita ma frammentata in Elementi. Essere proprietari - anche di un solo frammento - dà un senso di appartenenza a Dallo "0" all'infinito.

Un'opera concettuale garantisce una grande flessibilità per quanto riguarda la sua componente più fisica, ma viceversa impone condizioni più rigide al soggetto. La sequenza numerica deve essere sempre rigorosamente rispettata e non è assolutamente ripetibile.

Il progetto solo numerico From "0" to infinity permette quindi a Paolo Grassi di esprimersi con diversi mezzi, stili e tecniche che si legano tra loro nel contesto concettuale dell'opera infinita che lo sottende, e di cui ogni elemento contiene un segreto nella tecnica di realizzazione, nei materiali, nella sequenza e nella composizione numerica.